Il perdono puo’ portare benefici straordinari al nostro corpo, alle nostre relazioni e al nostro ruolo nel mondo. Abbandonare la rabbia e perdonare puo’ salvarci davvero la vita.

Se non perdoniamo completamente, rimaniamo attaccati al passato .Perdonare non vuol dire dare ragione, assecondare o avallare il comportamento di qualcun’altro che si e’ comportato male con noi, vuol dire semplicemente tagliare in modo radicale qualsiasi energia bassa, collegata alla persona che teniamo ancora in vita con il nostro rancore.

Se non lo facciamo permettiamo al nostro dolore o alla nostra rabbia, di continuare a prosciugare la nostra energia. A volte perdonare puo’ essere molto difficile, per questo deve partire da una decisione razionale di voler essere definitivamente liberi da qualcosa che limita la nostra salute energetica.

In realta siamo veramente in pace con il mondo quando siamo in pace con cio’ che e’ successo e con cio’ che succede. Ovvero solo quando qualsiasi vicenda non ha piu’ nessuna influenza disarmonica sulla nostra vita, possiamo sperimentare il senso di liberta’.

Poniti le seguenti domande:

1) Vorresti aver avuto un infanzia differente o genitori migliori?

2) Sei arrabbiato per le tasse? Pensi che siano troppo alte o ingiuste?

3) Non ti senti abbastanza ricco?

4) Pensi di non meritare o di meritare di piu’ dalla vita?

5) Pensi che la vita non e’ stata generosa con te o che non ti ha offerto le giuste possibilita’?

6) Il tuo lavoro non ti piace o non ti soddisfa?

7) Vivi situazioni di conflitto con i tuoi amici o colleghi?

8) Sei frustrato per le tue finanze?

9) Ti senti in colpa per qualcosa fatto in passato?

10) Sei infelice nella tua relazione?

Se hai risposto si ad 1 o piu’ di queste domande, allora dovresti praticare il perdono.

Qui alcuni esercizi per iniziare a perdonare:

ESERCIZIO UNO

Fai una lista delle persone che pensi di dover perdonare e per ognuna fai questo esercizio.

– Mettiti seduto e chiudi gli occhi

  • Respira profondamente e Immagina di avere la persona da perdonare davanti a te e di essere legato a lei con un filo immaginario. Immagina tutti i passi. Visualizza te stesso tagliare quel filo: poi chiama la persona per nome tre volte e dille:

Nome………….adesso c’e’ un raggio di colore rosa che parte dal mio cuore, ti avvolge completamente e ti circonda con il mio amore. Dalla mia fronte all’altezza del terzo occhio parte un raggio di luce bianca che e’ la luce della mia intelligenza che ti circonda.

Adesso i due raggi diventano luce dorata, la luce dell’amore incondizionato che ci circonda

Respira profondamente e poi dici:

Nome……….. io ti perdono anche se mi hai………………………………………………

Ti perdono e ti benedico perche’ anche tu come me sei un essere in cammino verso l’essere assoluto, e stai facendo del tuo meglio dal tuo livello di coscienza. Va’ in pace, sei benedetto e perdonato. E benedico e perdono anche me stessoa

A questo punto immagina che la persona si allontani da te e diventa sempre piu’ piccola fino a scomparire.

ESERCIZIO DUE

Dai colpetti al tuo fegato con la mano destra mentre ripeti queste affermazioni, fino a che non ti senti libero. Dopo ogni frase inspira ed espira profondamente. Ripetil l’esercizio ogni volta che ti senti arrabbiato.

«Perdono completamente tutti quelli che mi hanno fatto soffrire. Perdono ogni forma di incomprensione che mi sia capitata».

«Ora lascio andare tutto il passato che non mi nutre. Accetto la situazione cosi com’e’. Accetto me stesso E mi sento e sono libero».

«Io perdono completamente tutti quelli che mi hanno fatto soffrire. Perdono ogni forma di malinteso, critica, e rifiuto che ho subito».

«Perdono me stesso completamente per tutti i dolori, malintesi, critiche e rifiuti, che mi sono preocurato da solo o che ho inflitto agli altri»».

«Ora lascio andare tutto il mio passato legato a tutto questo. Accetto la situazione cosi com’e. Accetto me stesso e sono libero e perfettamente guarito»

Compartir en...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter